Elhzo: Yeuk Yeuk

E’ da un po’ di tempo che volevo parlarvi di una nuova collaborazione. A maggio è uscito per Fonofabrique il CD di Elhzo, nel quale potete sentire i miei sax e i miei “horn arrangements”. 

Demba Seye Gueye, in arte Elhzo, è un batterista jazz, percussionista e polistrumentista nato a Dakar. Elhzo ed io ci siamo conosciuti tanti anni fa suonando insieme negli A.S.K. (Amsterdam Street Knowledge).

Yeuk Yeuk, il disco di debutto di Elhzo, è un’escursione tra Jazz, Afro-Jazz e World Music. Registrato tra il Senegal e l’Italia, fonde la cultura Griot con il jazz europeo. Il ritmo percussivo della batteria di Elhzo si fonde con complesse melodie, i fiati sono in costante dialogo con la stretta trama di chitarre e voci. Liricamente, Yeuk Yeuk è un’ode all’identità e all’accettazione. I suoi temi sono ispirati a David Diop e alla poesia di Negritude, e sono d’orgoglio per le proprie radici e un rinnovato senso di appartenenza.

Potete ascoltarlo sulla pagina Bandcamp di Elhzo.

Da un paio di mesi abbiamo iniziato anche a lavorare al live. Sono davvero dispiaciuto di non poter partecipare al primo concerto della band, al Bachelite Clab di Milano, il 24 novembre – purtroppo sono gia’ impegnato con la Doctor Dixie Jazz Band…. lascio i sax nelle ottime mani di Tim Trevor-Briscoe. Con lui Marco Moiola alla chitarra, Yateke Mamadou al basso e naturalmente Elhzo alla batteria. Per fortuna abbiamo un altro concerto a gennaio! 

Elhzo
Elhzo